Intervista a Gabriele Trombini (mailga)

Riportiamo di seguito la traduzione italiana dell'articolo "Gabriele Trombini: How do you Fedora?" di Charles Profitt, pubblicato su Fedora Magazine il giorno 29 Aprile 2016.

 

mailga

 

Chi è Gabriele Trombini?

Gabriele Trombini è a capo di un'impresa che opera nel campo degli impianti di riscaldamento e climatizzazione. Le sue 10/12 ore lavorative giornaliere, consistono nel dialogare con fornitori e clienti per stringere accordi commerciali. Internet e globalizzazione hanno reso questo compito più difficoltoso rispetto al passato, a causa della grande mole di concorrenza. Gabriele sfrutta la sua ampia esperienza nel servizio alla clientela e in ambito promozionale, contribuendo ai team Marketing, Join e CommOps del Fedora Project.

Trombini inizia ad usare Linux quando i desktop erano più grandi degli schermi CRT (o, in altre parole, molto tempo fa). La lista degli eroi d'infanzia include Spider-Man, Donald Duck, David Bowie e i Led Zeppelin. Grande fan di John Belushi, deve ancora trovare una persona a cui non piaccia il cibo italiano.

 

Comunità Fedora

Gabriele è un Fedora Ambassador impiegato sia a livello locale che in campo internazionale. In particolare, è attratto dall'atmosfera calorosa e gioviale che si respira contribuendo al Project. Chiunque ha l'opportunità di condividere opinioni e informazioni all'interno di un ambiente amichevole e votato alla collaborazione. Trombini sottolinea che, il rispetto per gli altri e la volontà di rinnovare, sono necessari per mantenere forte e coesa la comunità di Fedora. “Proviamo qualcosa di nuovo: se non genera i risultati sperati, dobbiamo essere pronti per cambiare la direzione intrapresa”, ripete.

Quando gli è stato chiesto di descrivere il tipo di lavoro che svolge in ambito Fedora, Gabriele ha risposto con la parola latina “factotum”, lasciando all'intervistatore il compito di comprenderne la definizione. Quest'ultimo, ha imparato che, il vocabolo in questione, equivale al dire che Mailga svolge diversi compiti e ricopre diversi ruoli.

“Factotum: una persona la cui occupazione richiede lo svolgimento di diversi tipi di lavoro"

Gettando uno sguardo al futuro del Progetto Fedora, è opinione di Trombini, che il lavoro da svolgere debba essere allineato, giorno dopo giorno, passo dopo passo, agli obiettivi prefissati dall'intera comunità. Per questo, ai nuovi contributori, egli suggerisce cautela: è sbagliato condividere subito troppe idee. Il consiglio è quindi quello di lavorare gradualmente, preferibilmente a quegli obbiettivi del Project che più si allineano alle attitudini personali del volontario.

 

Quale hardware?

Trombini ha diverse macchine con Fedora: un Raspberry Pi, un notebook HP e un HP Proliant. Il primo della serie, viene usato per Git, Web, Email e condivisione di documenti. Il laptop è il suo computer principale, mentre HP Proliant rappresenta il server della sua azienda.

 

Quale software?

Gabriele ha lavorato a diverse versioni di Fedora 23, mentre contribuiva agli annunci di rilascio. Per quanto riguarda la sua impresa, utilizza LibreOffice, Scribus, Inkscape e Gimp. I suoi compiti legati al mondo del Fedora Project, sono svolti grazie sopratutto alla combinazione di strumenti come Geany e Git.

Ultime News: 

Commenti

un saluto a mailga, che ha fatto grande Fedoraonline!

Ritratto di aiace