Ultime Notizie

ordinamento crescente
22/09/2016 - 21:51 Rilasciato Gnome 3.22!

 

Il presente articolo, è un adattamento in italiano dell'originale scritto da Ryan Lerch per Fedora Magazine.

La GNOME Community ha da poco annunciato il rilascio ufficiale di GNOME 3.22. Quello che con ogni probabilità sarà l'ambiente desktop di Fedora Workstation 25, fornisce una moltitudine di novità, tra cui una versione aggiornata di programmi quali Files e Software (quest'ultimo fornirà supporto ad applicazioni Flatpak al suo interno).

Gli utenti Fedora desiderosi di provare le nuove caratteristiche dell'ambiente, possono installare Fedora 25, che attualmente contiene una versione di testing. Il sistema operativo in questione, riceverà presto aggiornamenti per includere il rilascio stabile di GNOME 3.22. Come alternativa, è possibile installare individualmente alcune applicazioni via Flatpak.

Files (nautilus)

"Files (nautilus)" è una delle applicazioni dell'ecosistema GNOME che ha ricevuto più aggiornamenti per il rilascio 3.22. Come già segnalato su Fedora Magazine, essa possiede ora una nuova ed elegante funzione di rinominazione batch di file.

Ulteriori novità riguardano l'aggiornamento dei controlli per le opzioni di ordinamento e visualizzazione, che consentono ora di passare dalla "modalità griglia" alla "modalità lista". Il meccanismo di zoom è stato inoltre semplificato. Questi cambiamenti sono stati implementati grazie alle indicazioni ricavate dalle sessioni di testing sull'usabilità, promosse da Gina Dobrescu (Outrachy intern).

 

Software

Anche il gestore "Software" è stato aggiornato: il menù principale contiene ora più icone ed applicazioni rispetto al passato. I voti sottoforma di stelle - che erano stati introdotti da un rilascio precedente - sono ora meglio evidenziati e nuovi simboli colorati indicato se un pacchetto contiene Free Software. Come già detto, è ora supportata l'installazione di applicazioni Flatpak, provenienti dagli appositi repository.

 

Impostazioni della tastiera

Con GNOME 322, anche le impostazioni della tastiera sono state aggiornate. Esse forniscono ora metodi più facili per cercare e configurare le scorciatoie e le opzioni della periferica di input.

 

Ulteriori informazioni

Per avere ulteriori informazioni sulla composizione del rilascio 3.22, si consiglia di consultare l'annuncio ufficiale e le note di rilascio.

Staff news
22/09/2016 - 21:42 Rust raggiunge Fedora

 

Il presente articolo, è un adattamento in italiano dell'originale scritto da Sumantro Mukherjee per Fedora Magazine.

 

Cos'è Rust?

Rust è un linguaggio di sistema, le cui istruzioni vengono eseguite in maniera veloce e prevengono (quasi interamente) crash e segfaults. L'intento di questo articolo, è quello di spiegare l'utilità nell'adozione di questo nuovo linguaggio di programmazione, nonostante la presenza di molti altri "concorrenti".

Sicurezza o controllo?

Un diagramma simile a quello qui mostrato è molto comune. Da un lato, abbiamo C e C++, che hanno un maggior controllo nei confronti dell'hardware su cui vengono eseguito. Di conseguenza, essi offrono allo sviluppatore la possibilità di ottimizzare i livelli di performance. Tutto ciò però, non evidenzia un alto livello di sicurezza, in quanto può causare segfaults o bug critici come il famoso Heartbleed.

D'altro canto, esistono linguaggi come Python, Ruby e JavaScript dove il programmatore ha meno possibilità di controllo, ma genera codice meno pericoloso, che non causa segfaults - bug ed eccezioni esistono, ma sono più sicure e più contenute -.

Nel mezzo, è possibile trovare Java e alcuni altri linguaggi, che presentano un amalgama di queste caratteristiche, minimizzando le vulnerabilità pur offrendo un certo grado di controllo sull'hardware.

Rust è, in un certo senso, differente, in quanto non rientra pienamente nello schema illustrato. Esso cerca infatti di offrire sicurezza, senza rinunciare al controllo.

Peculiarità di Rust

Rust è un linguaggio di programmazione di sistema esattamente come C/C++, ma offre allo sviluppatore un preciso e completo controllo sull'allocazione della memoria. Un garbage collector non è richiesto. Ha una runtime minimale e viene eseguito ad un livello molto basso. Il programmatore ha quindi una certa confidenza a riguardo delle performance del codice. Inoltre, chiunque conosca C/C++, può capire e scrivere codice Rust.

Essendo un linguaggio compilato, la velocità è appunto assicurata. Come backend, viene usato LLVM che consente un certo numero di ottimizzazioni, che in termini di performance riescono a far prevalere gli applicativi Rust rispetto a quelli C/C++. Il livello di sicurezza è pari a quello di JavaScript, Ruby e Python, in quanto il linguaggio non ammette l'esistenza di segfaults e di problemi causati da puntatori.

Un'altra caratteristica importante è l'eliminazione del problema della concorrenzialità dei dati. Al giorno d'oggi, la maggior parte dei computer hanno processori multi-core e molti thread vengono eseguiti in parallelo. Il tutto però, richiede numerosi sforzi da parte dello sviluppatore. Le caratteristiche di Rust consentono di rimuovere la necessità di ricorrere alla programmazione multitasking. Ci sono due concetti chiave che vengono usati per risolvere la concorrenzialità dei dati:

    Ownership (proprietà). Ogni variabile viene spostata in una nuova posizione, senza consentire alle posizioni precedenti di usarla. Ogni dato è posseduto da un solo proprietario
    Borrowing (prestito). Valori posseduti, possono esssere "prestati" per consentire l'utilizzo per un certo periodo di tempo.

Rust in Fedora 24 e 25

Per utilizzare Rust, è sufficiente installare il seguente pacchetto:

# dnf install rust

Viene quindi riportato un programma demo, che è possibile ricopiare per sperimentare il linguaggio. È sufficiente salvare un file "helloworld.rs", con il seguente contenuto:

fn main() {
    println!("Hello, Rust is running on Fedora 25 Alpha!");
}

Per compilare, bisogna usare "rustc". L'eseguibile può quindi essere eseguito come un qualsiasi software:

$ rustc helloworld.rs
$ ./helloworld

Contribuire al testing di Rust

Per installare la più recente versione di testing su Fedora, occorre eseguire il seguente comando:

# dnf --enablerepo=updates-testing --refresh --best install rust

In caso di dubbi, può essere utile contattare il Fedora Quality Assurance, via mail (test@lists.fedoraproject.org) o via IRC (#fedora-qa su Freenode).

Staff news
15/09/2016 - 21:00 20/09/2016: Fedora 25 Test Day (Fedora Media Writer)

 

Introduzione

Nella giornata di Martedì 20 Settembre 2016, è prevista una giornata di testing.

L'obiettivo sarà quello di sperimentare le funzionalità del nuovo Fedora Media Writer - in passato conosciuto come LiveUSB Creator - all'interno di diversi sistemi operativi e architetture. Il nuovo strumento sarà fornito come opzione primaria per il download di Fedora 25 Workstation, con lo scopo di facilitare la prova e l'installazione di Fedora.

La pagina relativa all'evento è la seguente: https://fedoraproject.org/wiki/Test_Day:2016-09-20_Fedora_Media_Writer
I risultati devono essere inseriti separatamente: http://testdays.fedorainfracloud.org/events/9

 
Preparazione del sistema:

- Occorre avere una chiavetta USB da almeno 4 GB e un computer sul quale poter provare la Live.

- Sono necessari i privilegi amministrativi all'interno del sistema operativo usato per creare il supporto.

- La versione più recente di Fedora Media Writer (si veda la sezione seguente).

Come testare:

È sufficiente installare il tool richiesto.

- All'interno di Fedora:
# dnf --enablerepo=updates-testing --refresh --best install mediawriter

- All'interno di Windows: estrarre ed avviare l'eseguibile, reperibile qui

    
Casi da testare
:

La pagina dei risultati - descritta nel paragrafo "Introduzione" - contiene i link che descrivono i passaggi da seguire.
 

IRC:

Il canale internazionale ufficiale per l'evento è il consueto #fedora-test-day.

Staff news
26/08/2016 - 12:59 Fedora 25 Alpha è GO: verrà rilasciata il 30 Agosto 2016!

Nel corso del secondo Go/No-Go Meeting, relativo a Fedora 25 Alpha, i team QA, Release Engineering e Development hanno deciso di dare il via libera al rilascio.

Fedora 25 Alpha sarà quindi resa pubblicamente disponibile il giorno 30 Agosto 2016.

Il log della riunione è il seguente: https://meetbot.fedoraproject.org/fedora-meeting-2/2016-08-25/f25-alpha-go_no_go-meeting.2016-08-25-17.04.log.html
 

Allo stato attuale (salvo eventuali ulteriori slittamenti), le date previste per i rilasci successivi, sono le seguenti:

- 11/10/2016 Rilascio di Fedora 25 Beta
- 15/11/2016 Rilascio di Fedora 25 Final

 

 

Staff news
19/07/2016 - 21:26 Fedora 22 raggiunge l'End Of Life!

 

Oggi (19 Luglio 2016), il rilascio 22 di Fedora ha raggiunto l'End Of Life.

Questo implica che:

  • I pacchetti nei repository di Fedora 22, non riceveranno più aggiornamenti (neanche quelli più importanti, relativi alla sicurezza).
  • Nessun nuovo software verrà aggiunto ai repository di Fedora 22.
  • È consigliato effettuare un upgrade verso una versione attivamente mantenuta (Fedora 23 o Fedora 24).

Per quanto riguarda il forum di Fedora Online, si assisterà prossimamente alla chiusura della sezione relativa a Fedora 22. Le discussioni esistenti, confluiranno nella sezione "[EOL]".

Staff news
09/07/2016 - 16:30 File system - Riflessioni e novità

Recentemente, l'ambassador italiano Francesco "Frafra" Frassinelli, ha aperto un interessante topic all'interno di Fedora Online.

Lo scopo dell'intervento, è quello di riassumere le principali caratteristiche dei file system btrfs, ext4, xfs e bcache. Il link è il seguente: http://forum.fedoraonline.it/viewtopic.php?pid=238302

Staff news
01/07/2016 - 21:26 Fedora 22 raggiungerà l'End Of Life il giorno 19/07/2016

 

Il giorno 19 Luglio 2016, il rilascio 22 di Fedora, raggiungerà l'End Of Life.

Questo implica che, alla data indicata:

  • I pacchetti nei repository di Fedora 22, non riceveranno più aggiornamenti (neanche quelli più importanti, relativi alla sicurezza).
  • Nessun nuovo software verrà aggiunto ai repository di Fedora 22.
  • È consigliato effettuare un upgrade verso una versione attivamente mantenuta (Fedora 23 o Fedora 24).

Una notizia recente, riepiloga le novità di Fedora 24, resa disponibile il giorno 26 Giugno 2016. Gli utenti che preferiscono un sistema operativo più maturo, possono optare per Fedora 23, che sarà mantenuto fino al mese successivo al rilascio finale di Fedora 25 (la cui uscita è programmata per Novembre)

A tal proposito, Fedora Online mette a disposizione alcune guide:

Staff news
21/06/2016 - 21:55 Rilasciata Fedora 24!!!

Nel corso della giornata di oggi, è stata rilasciata la versione 24 di Fedora.

I link per il download, sono i seguenti:
- https://getfedora.org/workstation/
- https://getfedora.org/server/
- https://getfedora.org/cloud/
- https://spins.fedoraproject.org/
- https://labs.fedoraproject.org/
- https://arm.fedoraproject.org/

La wiki di Fedora Online contiene alcune utili guide per procedere all'installazione o all'avanzamento di versione:
- Nuova installazione (http://doc.fedoraonline.it/Installazione_Fedora_22) (http://doc.fedoraonline.it/Installazione_Fedora)
- Upgrade da rilasci precedenti (http://doc.fedoraonline.it/Aggiornamento_Fedora_con_system-upgrade)

Di seguito si esaminano alcune delle principali novità, che accompagnano il nuovo rilascio.

Worskstation
- Migliorato lo strumento di ricerca all'interno di "Files (Nautilus)".
- Introduzione di una nuova voce di menù che riepiloga le scorciatoie da tastiera (per le applicazioni che supportano questa nuova funzionalità).
- Apportati cambiamenti alle impostazioni relative a dispositivi di input e di stampa.
- Introduzione di "Fedora Media Writer", che sostituisce "Live Usb Creator", per la preparazione di dispositivi live.
- "Software" elenca le recensioni create dagli utenti.
- Approntati nuovi controlli per l'editing di foto all'interno di "Photos".
- "Python 3" è stato aggiornato alla versione 3.5.
- Il nuovo "Darktable" (versione 2) è facilmente reperibile dai repository standard.
- "Documents" consente di elencare i file per autore, data o nome.
- "Software" prevede l'avanzamento di versione. Questa novità è ancora in fase embrionale e verrà perfezionata nelle prossime settimane.
- "Wayland" è presente come alternativa, ma non è stato ritenuto sufficientemente maturo per modificare la sessione predefinita di Fedora 24.

È stato realizzato un videoclip amatoriale, dedicato a Fedora 24 Beta, che mostra alcuni di questi miglioramenti: https://www.youtube.com/watch?v=4r851XnmTSA.

Server
"FreeIPA" è una soluzione integrata per la gestione di informazioni dedicate alla sicurezza. Fedora 24 Server contiene la versione 4.3, che evidenzia semplificazioni e miglioramenti nella gestione di installazioni replicate.

Cloud
"OpenShift Origin" è un PAAS ottimizzato per lo sviluppo e il deploy. Questa nuova versione, pacchettizzata e disponibile in Fedora 24 Cloud, semplifica il lavoro di programmatori che desiderano realizzare le proprie applicazioni, sfruttando le nuove tecnologie dei container. È presente una nuova infrastruttura per la realizzazione di software che si appoggia sull'immagine Docker di Fedora. È previsto un servizio di build più completo, che verrà presumibilmente incluso e migliorato in tempo per i prossimi rilasci di Fedora.

Atomic
L'edizione Atomic mantiene il proprio peculiare ciclo di rilascio, che rende disponibile una nuova immagine all'incirca ogni due settimane. Da qualche mese, essa racchiude la modalità "developer mode", che sfrutta le potenzialità di "Cockpit" e "tmux" per migliorare l'esperienza utente degli sviluppatori.

Spins
Come sempre, gli utenti che preferiscono ambienti desktop alternativi, possono trovare immagini alternative. Fedora supporta in particolare KDE Plasma, ma è comunque presente un'ottima varietà di spin (Xfce, LXDE, Mate-Compiz, Cinnamon, Sugar On A Stick).

Labs
I Fedora Labs, sono immagini che racchiudono un set personalizzato di applicazioni e sono dedicati a specifici classi di utilizzo. Accanto alle versioni "tradizionali" (Design Suite, Games, Robotics Suite, Scientific, Security Lab), Fedora 24 introduce una nuovità. Il lab Astronomy infatti, include programmi scientifici (come Celestia, KStars, AstroPy, Virtualplanet, Astromatic, Gimp) dedicati agli appassionati dell'osservazione e della fotografia astronomica.

Bug comuni
La wiki del Fedora Project, contiene, come di consueto, una pagina relativa ai bug comuni. Il link è il seguente: https://fedoraproject.org/wiki/Common_F24_bugs.

Fonti e link ulteriori
- Fedora Magazine: rilascio Fedora 24 (https://fedoramagazine.org/fedora-24-released/)
- Fedora Magazine: novità Fedora Workstation (https://fedoramagazine.org/whats-new-fedora-24-workstation/)
- Rilascio di Gnome 3.20 (https://www.gnome.org/news/2016/03/gnome-3-20-released/)

Staff news

Pagine